NEWS: Leggi e scarica gratuitamente gli articoli della rivista internazionale  "Logoi"  (troverai una sezione per ogni fascicolo interamente dedicata alla Didattica della filosofia: con articoli e schede di gioco) 

Il numero attuale è sul tema del gioco: http://logoi.ph/edizioni/numero-i-3-2015

Seguici sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/Logoi.ph/?ref=hl

Archivio di "Logoi"

I, 2: Paul Ricoeur e la sinfonia dei linguaggi: http://logoi.ph/edizioni/numero-i-2-2015

    I, 1: Filosofia e linguaggi: un'inesauribile diversità: http://logoi.ph/edizioni/numero-i-1-2015  

 

 

Qui di seguito vecchie esperienze in ARCHIVIO 

Dott.ssa ANNALISA CAPUTO

- Laboratorio di didattica della filosofia S.I.S.S.

- Casardi, Barletta (Liceo Classico)

- Flacco, Bari (Liceo Classico)

- Leonardo da Vinci, Molfetta (Liceo Classico)

- Canudo, Gioia del Colle (Liceo Scientifico)

- Carlo Sigonio, Modena (Liceo Musicale) - con la collaborazione della dott.ssa Laura Parente


  NELL'ANNO 2011-2012

LA PROF. CAPUTO HA PORTATO AVANTI UNA SPERIMENTAZIONE NELLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI SU:

FILOSOFIA E MUSICA CLASSICA

Le scuole in cui si è svolta la sperimentazione sono state:

1) Liceo 'Casardi' - Barletta

2) Liceo 'Canudo' - Gioia del Colle

3) Liceo 'Salvemini' - Bari

4) Liceo 'Scacchi' - Bari (sezione in costruzione)

 

EVENTO CONCLUSIVO: VENERDI' 25 MAGGIO, AULA A, PALAZZO ATENEO, BARI

Locandina

 

- - - 

Continua la disponibilità da parte del gruppo 'Philosophia ludens' a fare rete con scuole e singoli docenti che vogliano sperimentare il metodo della didattica ludica in classe

 - - -

Sta sperimentando i giochi del testo 'Philosophia ludens' il prof. Gianluca Gatti

 - - - 

 

 

 

ANN0 2010-2011 

PROGETTO PRESSO IL LICEO CLASSICO ‘CASARDI’ DI BARLETTA (BA)

Scarica il materiale qui

FILOSOFIA E NARRAZIONE (GENNAIO-APRILE 2011)

relazioni, passioni, ragioni, decisioni

In cammino verso l’esistenza in compagnia di M. Heidegger

Tema. Il percorso intende accompagnare gli studenti, in maniera inedita, in un’analisi delle principali componenti e questioni della filosofia dell’esistenza heideggeriana:

-         Rapportoio-cose-mondo-altri

-         Rapporto ragione-passione

-         Dimensione autentica e inautentica dell’esistenza

-         Paurae angoscia

-         Il tempo della decisione

   Il testo principale di riferimento sarà Essere e tempo (1927), lavoro che – comunque lo si voglia giudicare – resta un classico del Novecento: un laboratorio linguistico, oltre che concettuale, in cui è confluita gran parte della storia del pensiero (dalla Grecità alla crisi della modernità) e da cui è inevitabilmente ripartita (per opposizione o per ripensamento) la stessa filosofia, in particolare quella interessata ai temi dell’esistenza.

  Proprio in quanto luogo di sedimentazione di strutture e temi esistenziali, l’opera heideggeriana, decostruita e trasformata in laboratorio, può facilmente essere accostata dagli studenti e diventare strumento di interrogazione teoretica, oltre e più che di mero studio storiografico.

Destinatari: 20 ragazzi di II liceo classico (Casardi, Barletta)

Tempi: 10 incontri da 3 ore (orario pomeridiano) – gennaio/aprile 2011

Metodologia didattica: le attività saranno svolte in forma laboratoriale.

Finalita’educative e obiettivi d’apprendimento: Il percorso si muove lungo alcune linee di ricerca, intersecate tra loro:

a)    la formazione filosofica

b)    l’analisi testuale

c)    l’uso di ‘linguaggi’ alternativi al concetto (immagini, musica, canzoni, power point,ecc.)

d)    giochi a squadre

   In linea con quanto già proposto dal 1992 nei Programmi Brocca e [1]nel le attività laboratoriali intendono promuovere le seguenti finalità e abilità:

a)    Per il primo punto:

-          “presa di coscienza dei problemi connessi alle scelte di studio, di lavoro e di vita, ed un approccio ad essi di tipo storico-critico-problematico”.

-         “maturazione di soggetti consapevoli della loro autonomia e del loro situarsi in una pluralità di rapporti naturali ed umani, implicante una nuova responsabilità verso se stessi, la natura e la società, un'apertura interpersonale ed una disponibilità alla feconda e tollerante conversazione umana”.

b)    Per il secondo punto

-         “attitudine a problematizzare conoscenze, idee e credenze, mediante il riconoscimento della loro storicità”.

-         “esercizio del controllo del discorso, attraverso l'uso di strategie argomentative e di procedure logiche”.

-         “riconoscere e utilizzare il lessico e le categorie essenziali della tradizione filosofica e analizzare testi di autori filosoficamente rilevanti”

c)    Per il terzo punto:

-         “capacità di esercitare la riflessione critica sulle diverse forme del sapere, sulle loro condizioni di possibilità e sul loro ‘senso’, cioè sul loro rapporto con la totalità dell'esperienza umana”.

-         “capacità di pensare per modelli diversi e di individuare alternative possibili, anche in rapporto alla richiesta di flessibilità nel pensare, che nasce dalla rapidità delle attuali trasformazioni scientifiche e tecnologiche”.

d)    Per il quarto punto:

-    " alleggerire il carico culturale e materiale della scuola e proporre contesti didattici all'interno dei quali apprendere sia esperienza piacevole e gratificante"

-         stimolazione all’apprendimento competitivo e cooperativo (accrescimento di interesse, valorizzazione della collaborazione e del dialogo, stile partecipativo di indagine)

Il percorso

Il progetto è articolato per temi. I temi,come anticipato, sono il rapporto io-cose-mondo-altri, il dualismo ragione-passione, autenticità e inautenticità dell’esistenza, paura e angoscia, il tempo della decisione. Ad ogni tema corrispondono attività didattiche strutturate.

Ogni incontro è strutturato in tre tempi:

ASCOLTARE/VEDERE (comprensione):

un’introduzione altema specifico (per lo più portata avanti con strumentazioni multimediali, uso di immagini e musica)

VIVERE/ESPERIRE (affettività):

un laboratorio ludico a squadre sul tema dell’incontro (per ogni incontro si prevedono tipologie di gioco differenziate)

-         gioco di problem-solving

-         gioco con i testi e sui testi

-         gioco di scrittura e narrazione

-         gioco con le immagini

-         gioco di mimesis e drammatizzazione

-         gioco con i mass-media

-         gioco con le maschere

-         gioco con i giochi

CONCETTUALIZZARE/CONDIVIDERE (discorso): 

un momento di dopogioco – debriefing - (per interiorizzare e discutere quanto fatto)

ATTREZZATURE NECESSARIE: un proiettore; un amplificatore.



[1] Commissione Brocca (1992), Piani di studio della scuola secondaria superiore e programmi dei trienni. Le proposte della Commissione BroccaStudi e Documenti degli Annali della Pubblica Istruzione, Le Monnier, Firenze; Commissione dei saggi (1997), Le conoscenze fondamentali per l’apprendimento dei giovani nella scuola italiana nei prossimi decenni. I materiali della Commissione dei saggi, Studi e documenti degli Annali della Pubblica Istruzione, Le Monnier, Firenze. 



Dott.ssa Annamaria Mercante: SPERIMENTAZIONE PRESSO IL LICEO SCIENTIFICO ‘SALVEMINI’ DI BARI

Durante l’anno scolastico 2010-2011 presso il Liceo Scientifico Salvemini di Bari, in particolare nelle classi IV A e IV C ho orientato la programmazione su attività che aiutino gli studenti a fare esperienza della pluralità dei linguaggi e che favoriscano la valorizzazione di arte, musica, teatro, letteratura e poesia.


Dott.ssa ROSAMARIA BALDASSARRA

- Margherita, Bari (Liceo Classico)

- Flacco, Bari (Liceo Classico)



Dott.ssa ANNAMARIA MERCANTE

- Salvemini, Bari (Liceo Scientifico)

- Flacco, Bari (Liceo Classico)


GIORNATA DI VERIFICA DEL PRIMO CICLO DEL PROGETTO DI RICERCA (maggio 2009) 


 

POMERIGGIO DI STUDIO IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO 'PHILOSOPHIA LUDENS' (maggio 2011)


 

POMERIGGIO DI STUDIO IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO ' UN PENSIERO IN GIOCO' (maggio 2011)